Menu Shopping Cart Search

ormonale Acne

La nostra pelle è soggetta a cambiamenti ogni giorno; a volte ci sembra che la nostra carnagione appaia stanca e spenta, forse per la mancanza della giusta idratazione o, al contrario, per l’eccessiva presenza di grassi e oli. Talvolta possiamo perfino soffrire di capillari rotti o acne. Per molte persone questi sono solo problemi passeggeri che andranno via senza troppi problemi. Per alcuni, invece, potrebbe esserci una causa più radicata che va indagata e trattata con una buona cura della pelle e un consulto con un dermatologo o un professionista esperto del settore.

Gli ormoni e I loro effetti

Gli ormoni e in particolar modo gli ormoni che non sono bilanciati possono avere effetti terribilmente negativi sulla pelle. Le donne hanno tre ormoni principali nel loro organismo, i cui livelli variano a seconda dei cicli mestruali e in base a se si è o meno nella fase pre-menopausa o menopausa :

Estrogeno
Androgeno
Progesterone

Si sa poco sugli effetti del progesterone sulla pelle, anche se si pensa che su alcune persone possa bloccare gli effetti dell’ormone estrogeno e accelerare i processi di invecchiamento. Gli ormoni estrogeni e androgeni per molte ragioni possono creare problemi a chiunque desideri una pelle liscia e luminosa.

Ormoni estrogeni

Gli ormoni estrogeni sono, in parte, responsabili di una tendenza generale della pelle ad essere leggermente più secca nelle donne e ad avere pori più piccoli rispetto agli uomini. Tendono a regolare la quantità di sebo prodotta negli strati superiori dell’epidermide, producendo una sostanza chiamata acido ialuronico. Tale acido consente alla pelle di mantenere la propria idratazione. Una carenza di tale sostanza può iniziare ad accelerare i segni dell’invecchiamento.

Troppi estrogeni possono, però, causare il cambiamento della pigmentazione cutanea e favorire lo sviluppo di teleangectasie. La carenza di estrogeni può causare un assottigliamento della pelle, che può rendere la pelle più opaca e aumentare il livello di idratazione necessario.

Ormoni androgeni

Gli ormoni androgeni, in particolare il testosterone, possono, se presenti in eccesso nel corpo, causare un aumento della produzione di sebo nell’epidermide. Tale produzione, se non arrestata, può causare punti neri, acne o eruzioni cutanee regolari e problematiche. La zona T oleosa è un altro comune effetto collaterale dell’eccesso di androgeni, che può portare anche a quella che viene chiamata pelle mista. Molte donne con livelli di testosterone alti possono fare esperienza, con l’età e il raggiungimento della menopausa, di una repentina perdita di capelli accompagnata da un aumento della peluria del viso e del corpo. Troppi ormoni androgeni hanno l’effetto di inspessire la pelle e renderla più ruvida, il che significa che potrebbe essere necessario una maggiore esfoliazione per ottenere una superficie della pelle più chiara e morbida. In alcuni casi, i dermatologi consigliano un trattamento di microdermoabrasione, se la pelle appare inspessita e ruvida. Tale trattamento agisce non solo sugli strati superiori, ma anche sugli strati inferiori dell’epidermide. In questi casi, è importante assicurarsi che il livello di idratazione della pelle sia mantenuto alto e utilizzare un fattore di protezione solare adeguato.

Tuttavia, analogamente all’eccesso di estrogeni, anche un aumento di ormoni androgeni può causare una carnagione opaca, in quanto il ricambio di cellule non è adeguatamente alto. La pelle può diventare più soggetta a rughe e micro-rughe.

Se pensi che i problemi della tua pelle possano avere un’origine ormonale, benché sia utile e vantaggioso curare la pelle efficacemente e regolarmente, è altresì importante chiedere aiuto a un medico, il quale potrà prescrivere delle analisi del sangue per assicurarsi che non vi siano degli squilibri o delle carenze nei tuoi livelli di ormoni estrogeni o androgeni. Fattori quali un aumento dei livelli di stress, un ciclo mestruale irregolare o anche cose semplici come un cambiamento nelle abitudini alimentari, nell’esercizio fisico o un regime dietetico possono causare considerevoli fluttuazioni. Se qualcosa ti preoccupa, chiedi assistenza e consiglio a un medico professionista.

Iscriviti alla nostra newsletter